Secondo trimestre di gravidanza

img_26161.jpg
Forse il periodo migliore di tutta la gravidanza?
Durante il trimestre centrale della gravidanza sono scomparsi tutti i vari fastidi, l’unico che ancora  mi accompagna durante qualche giornata è la nausea, soprattutto a pranzo, ogni tanto faccio difficoltà a trovare qualcosa che mi vada mangiare. Niente più stanchezza e debolezza, la sensazione generale è di essere forti e rilassati. Il momento migliore per lo shopping, anche perché nel ultimo trimestre la pancia inizierà a farsi ingombrante.

Tra la ventesima e la ventitreesima settimana viene eseguita la morfologica, il controllo più importante e complesso di tutta la gravidanza. Si chiama così perchè è destinata a studiare la morfologia del feto per escludere, o accertare, la presenza di malformazioni.

Per noi, al di là della conferma del sesso, non è stata particolarmente “sorprendente”. Come l’altra ecografia l’abbiamo fatta al ospedale perché seguendo il percorso fisiologico le ostetriche del consultorio non hanno l’ecografo. Purtroppo Emanuele era messo in una posizione molto scomoda per riuscire a vederlo bene, il medico è riuscito comunque sia a prendere tutte le misurazioni necessarie mentre noi abbiamo capito ben poco, molto probabilmente anche perché non ci è stato spiegato niente anche se facevamo domande. Mi dispiace dirlo perché sono sicura che sia solo un caso, ma ci è sembrato ovvio che il medico non avesse molta voglia di lavorare quel giorno.

A parte questa parentesi, il secondo trimestre è stato molto sereno. Durante questo periodo la pelle del bebè è già sensibile al tatto, infatti il piccolo avverte il nostro contatto sotto forma di vibrazioni che si irradiano nel liquido amniotico. Sono molto importanti quindi i massaggi e le carezze al pancione.

E’ emozionante sentirlo scalciare, tutte le sere prima di addormentarmi c’è sempre una grande festa nella pancia.

Una cosa molto carina che ho letto riguarda la vista, nel ventre l’oscurità non è totale, in quanto le radiazioni luminose molto forti (come il sole diretto quando sono in costume) riescono a penetrare attraverso l’addome e a diffondersi nel liquido amniotico. Il piccolo reagisce a questi stimoli, volta la testa dall’altra parte e il suo cuore accelera di una quindicina di battiti al minuto.

Il gusto invece è uno dei primi sensi ad attivarsi. Le papille gustative compaiono verso la dodicesima settimana e dopo qualche settimana è già in grado di sentire il sapore del liquido amniotico in cui sono disciolte le molecole dei cibi che mangio. Riesce ad avvertire anche le sensazioni che provo mentre mangio, se apprezzo un determinato cibo, lui metterà quel sapore in relazione con uno stato di benessere e, con molte probabilità, lo gusterà volentieri anche nella vita post natale. Quindi caro mio Emanuele amerai sicuramente la pasta e i dolci! 🙈

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...